Le NON notizie quotidiane

 

image

 

Sul quotidiano LA NAZIONE di domenica 14/6/2015 trova spazio un bel paginone che riporta l’attenzione sul problema dell’accertamento tributario legato al project financing del Centro Roger.

Evidentemente c’era spazio da riempire e si è cercato di ridare fiato ad un problema certamente ancora non risolto, proponendo però temi già superati dai fatti ed inserendo titoli ad effetto.

L’articolo mette in evidenza che parrebbe inevitabile impugnare l’atto con un ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale. Sveglia: la notizia è che è già stato fatto!.

Il ricorso è stato già redatto e sottoscritto dai legali su procura del Sindaco in data 18 maggio 2015: il contenzioso è già in atto da quasi un mese, non è una ipotesi futura.

Si titola “VALERIO BENCINI: Se uscirà anche un solo Euro dalla casse chiederemo la dimissioni del Sindaco”: ipotesi affascinante e forse anche ad alta probabilità di accadimento, ma questa frase non è mai stata pronunciata da lui o da altri portavoce del M5S. D’altronde inventare i titoli ed occhielli ad effetto è una vera professione.

Quello che abbiamo fatto rilevare nel nostro intervento in Consiglio Comunale è che riteniamo che non si sia agito con la necessaria diligenza, con quella diligenza che il codice civile definisce “del buon padre di famiglia”.

Un buon padre di famiglia, prima di porre in essere una manovra immobiliare di grande rilievo, si rivolge ad esperti e chiede pareri.

Ed alcuni pareri c’erano, eccoli qua:
1) un parere dell’Avvocato Paolo Pecchioli allegato alla delibera di Giunta 109 del 7/06/2007 pagine 43e 44: consiglia di assoggettare ad IVA la cessione delle aree
2) nell’asseverazione del Piano di Project Financing rilasciata dalla Banca CR Firenze pag. 7: considera il prezzo di cessione delle aree da assoggettare ad IVA 20%
3) nella valutazione dell’interesse pubblico dell’operazione rilasciata da FIDI Toscana pag. 16: ritiene il corrispettivo operazione imponibile ai fini IVA

E nonostante ciò, quando nel 2009 si cedono le aree edificabili ….. non vengono assoggettate ad IVA ma vengono cedute con atto soggetto ad imposta di registro! Non sono stati acquisiti nuovi pareri e quelli agli atti …. sono stati disattesi.

Da questo nascono due accertamenti, uno alla società Scandicci Centro srl (soggetto attuatore del contratto di project financing, uno strano tipo di contratto, per effetto del quale, eventuali sanzioni comminate a Scandicci Centro srl ricadranno sui Comune, ovvero le pagheranno suoi cittadini) e l’accertamento di cui si narra notificato al Comune di Scandicci e contro il quale è stato proposto ricorso.

Quello che lascia sbigottiti è una pubblica amministrazione (lo Stato tramite l’Agenzia delle Entrate) che sanziona un’altra pubblica amministrazione, un suo Comune. Perchè, in considerazione del fatto di appartenere alla stessa struttura pubblica, prima di porre in essere un’operazione complessa come quella di un project financing, non si sono chiesti lumi su come impostare l’operazione? Ci sono appositi Uffici da interpellare, anche presso i Ministeri e presso la stessa Agenzia delle Entrate.
Non tutti sanno (ma la pubblica amministrazione tramite i suoi uffici legali e tributari DEVE saperlo) che esiste un sistema molto semplice ed efficace per impostare bene un’operazione tributaria complessa: si chiama interpello preventivo.

L’Agenzia delle Entrate risponde in tempi prestabiliti ai quesiti proposti e, attenendosi alle sue prescrizioni, niente e nulla si rischia.

Questo non solo non è stato fatto, ma il Comune si è comportato addirittura in modo contrario a pareri di professionisti ed istituti bancari precedentemente acquisiti.

Ed oggi il contenzioso è in atto: ne attendiamo gli esiti. Quando avremo la certezza che per questo errato comportamento ci saranno degli esborsi a carico del Comune (vuoi per l’accertamento diretto, vuoi per il riflesso di quello notificato a Scandicci Centro srl) non ci sarà bisogno di titoli ad effetto o proclami di azioni clamorose non realizzabili: agiremo nelle competenti sedi con gli strumenti che sono messi a disposizione dalla Legge per la tutela degli interessi dei Cittadini. Semplicemente.

MoVimento 5 Stelle Scandicci
16/06/2015

 

Leggi il nostro comunicato:
http://www.comune.scandicci.fi.it/index.php/movimento-5-stelle.html?controller=articolo&task=view&id=306