La Badia di Settimo resta in Silenzio e continuano i segreti sul suo destino.

Abbazia dei Santi Salvatore e Lorenzo a Settimo

Abbazia dei Santi Salvatore e Lorenzo a Settimo

È notizia recente che con una sentenza del TAR è stato tolto il vincolo indiretto imposto dal Mibac.
Il Tribunale ha accolto il ricorso di alcuni cittadini di Badia a Settimo. Fra questi anche il Sindaco Fallani, che a quel tempo ricopriva la carica di vicepresidente di quartiere della Piana di Settimo.
Il Sindaco Fallani non aveva mai dichiarato che ci fosse un ricorso al Tar riguardo il vincolo del Mibac, mentre lavorava sottotraccia per favorirne il recupero come foresteria della scuola nazionale dei Magistrati. Il MoVimento 5 Stelle portava sulla Badia l’attenzione parlamentare attraverso l’opera della portavoce in Senato Michela Montevecchi, che ha interessato Senato e commissione competente per tentarne il recupero attraverso il Ministero dei Beni Ambientali e Culturali.
Avendo a suo tempo parlato con Don Carlo e sentito come era orgoglioso della sua battaglia in difesa della Badia e di quel vincolo che l’aveva protetta, stupisce leggere le parole del Sindaco che afferma che quel vincolo è stata una forzatura voluta da Don Carlo e che imponeva dei vincoli assurdi. Due modi antagonisti di vedere un provvedimento statale ma, a nostro parere, la rimozione di questo vincolo indebolirà la tutela del nostro gioiello e dei territori circostanti.

#Trasparenza #Scandicci #BadiadiSettimo