Insieme per La Badia

di Massimiliano Tognetti

E’ passato un anno da quando il M5S Scandicci esordiva sulla piazza con una cena medievale di autofinanziamento nel refettorio dell’Abbazia dei Santi Salvatore e Lorenzo di Badia a Settimo.

La location era stata sì scelta per le sue caratteristiche medievali, ma anche per riportare all’attenzione dei Cittadini e dei Politici, locali e non, lo stato di trascuratezza in cui verte da decenni il principale monumento del territorio comunale, del quale tutti ne avevano dimenticato l’esistenza e la bellezza.

Inutile dire che lo spazio riservato all’evento da parte degli organi di informazione fu miserrimo.

A distanza di un anno molte cose sono cambiate. C’è un nuovo Governo ed un nuovo Ministro dei Beni Culturali e del Turismo che ha già fatto la sua passarella all’Abbazia seguito dal consueto codazzo di Politici locali. C’è una Deputata del PD(-L) con un passato da Assessore al Comune (Simona Bonafè), c’è il solito corrispondente de La Nazione da Scandicci (Fabrizio Morviducci) pronto ad esaltare il momentaneo ritorno di fiamma sull’Abbazia da parte delle Istituzioni, in evidente rodaggio pre-elettorale. Fin qui niente di nuovo (passarelle propagandistiche e cassa di risonanza a comando) se non fosse che in Parlamento c’è, da quest’anno, una forza politica nuova che non mira al consenso fine a sé stesso, ma punta al risultato. Ed il 27 Settembre, il M5S Scandicci ha organizzato una conferenza proprio nel refettorio dell’Abbazia sul tema del recupero e della valorizzazione dei Beni Culturali in Italia per porre, nuovamente, l’attenzione sull’Abbazia. La presenza dei Parlamentari a 5 Stelle, di Don Carlo Maurizi e del Prof. Michele Dantini ha fatto sì che la serata ottenesse una notevole partecipazione e producesse degli spunti interessanti.

Il M5S Scandicci lavora, e lavorerà in futuro, perché l’Abbazia torni all’antico splendore con un recupero completo che ne valorizzi l’importanza culturale e strategica che riveste per il territorio Comunale, al di là dei meri calcoli elettorali e di consenso ai quali ci hanno abituati i nostri politici locali.

Vogliamo raggiungere il risultato, se poi sarà perché il PD(-L) avrà mosso le acque, ben venga, ma non ci faremo derubricare a semplici comparse. Non è nella nostra indole, non è nel nostro modo di dare le notizie ai Cittadini

Clicca sui titoli qui sotto per vedere i video dell’incontro:

Insieme per la Badia 1/5 Don Carlo Maurizi

Insieme per la Badia 2/5 Michela Montevecchi

Insieme per la Badia 3/5 Cosa possiamo fare

Insieme per la Badia 4/5 Alessandra Bencini

Insieme per la Badia 5/5 Maurizio Romani

 

Per approfondire